lunedì 31 marzo 2014

TrovaLavoro Newsletter 3

E' pronta la terza newsletter del TrovaLavoro. Se sei in cerca di una occupazione e vuoi ricevere annunci selezionati e gratuiti direttamente nella tua casella di posta, clicca su questo link e segui la procedura per iscriverti alla newsletter.

lunedì 24 marzo 2014

"Convertitevi, è ancora tempo per non finire all'inferno!": l'appello di Papa Francesco ai mafiosi

2014-03-22 Radio Vaticana
 “Ai mafiosi dico convertitevi! Ve lo chiedo in ginocchio fermatevi di fronte al male”: così Papa Francesco nella veglia di preghiera con i familiari delle vittime innocenti delle mafie, organizzata dall’associazione Libera di don Ciotti, nella parrocchia di San Gregorio VII a Roma, alla vigilia della “Giornata della memoria e dell’impegno” promossa quest'anno a Latina. Il servizio di Benedetta Capelli:
Entrano in Chiesa, mano nella mano, il Papa e don Luigi Ciotti. In quel gesto c’è tutta la vicinanza di Francesco alle 700 famiglie riunite per ricordare i loro cari, vittime innocenti delle mafie. E’ una cerimonia lunga e toccante. Le parole del Pontefice sono un balsamo per le ferite del cuore dei padri, delle madri, dei fratelli e sorelle, dei figli o dei nipoti mai conosciuti e allo stesso tempo una spada per i mafiosi:
"Per favore, cambiate vita, convertitevi, fermatevi di fare il male! E noi preghiamo per voi: convertitevi. Lo chiedo in ginocchio. E’ per il vostro bene".

Oltre la denuncia

Tratto da l'Osservatore Romano

Papa Francesco nella veglia per le vittime della mafia ha terminato con un accorato appello ai mafiosi che si rifà al vangelo e ha concluso con una supplica: «Piangete un po’ e convertitevi».

Nella maturazione nella coscienza ecclesiale di una chiara, esplicita e ferma convinzione dell’incompatibilità dell’appartenenza mafiosa con la professione di fede cristiana hanno avuto un ruolo importante il magistero di papa Giovanni Paolo II, di Benedetto XVI e di Papa Francesco che ha contribuito alla interpretazione e alla condanna della mafia a partire dalle tradizionali e originali categorie cristiane. Il riferimento principale della predicazione è ridiventato il Vangelo.

L’ascolto dei nomi

Tratto da l'Osservatore Romano

Forse mai era accaduto che un Papa ascoltasse così a lungo la lettura di centinaia di nomi, uno dopo l’altro. In tutto 842, di uomini, donne, persino bambini (ben 82), ognuno vittima della mafia. A capo chino il vescovo di Roma era assorto, in preghiera, insieme a centinaia di persone, credenti e non credenti, in una giornata «della memoria e dell’impegno». Per tenere viva appunto la memoria, nome per nome, di chi dalla mafia è stato ucciso, presenti molti familiari degli assassinati, e manifestare la volontà di combattere la corruzione insieme a chi lo fa ogni giorno.

Convertitevi lo chiedo in ginocchio - Durante l’incontro con l’associazione Libera il Pontefice si rivolge agli uomini e alle donne della mafia

Tratto da l'Osservatore Romano

«Per favore, cambiate vita, convertitevi, fermatevi, smettete di fare il male!». È il forte appello che Papa Francesco ha rivolto «in ginocchio» agli uomini e alle donne della mafia venerdì pomeriggio, 21 marzo, nella parrocchia romana di San Gregorio vii, durante l’incontro con i familiari delle vittime della criminalità organizzata e i volontari dell’associazione «Libera». 

martedì 18 marzo 2014

EMERGENZA TERRITORIO: conferenza a Frascati di MARTEDI 25 marzo

Nel corso degli ultimi decenni il nostro paese ha conosciuto spesso un’espansione irrefrenabile del cemento e della speculazione edilizia, compromettendo pericolosamente la sicurezza idrogeologica del territorio, nonché la fisionomia del paesaggio e la qualità stessa di vita dei cittadini. Tali gravi circostanze richiedono una nuova legislazione per proteggere più efficacemente il nostro territorio quale bene comune. 

Per gli studenti di scuola media superiore che avranno frequentato almeno 3 incontri della rassegna sarà rilasciato un attestato per il credito formativo.

 
MARTEDI  25  MARZO, ORE 18:00
 
Frascati, Scuderie Aldobrandini, Piazza Marconi.
 
TERRITORIO BENE COMUNE:
Dall'emergenza idrogeologica al consumo esasperato del suolo: quale legislazione?
Quali proposte dal territorio?

Notizie ed eventi di interesse regionale

 

 

Il Lazio decide e cambia

La Giunta ha trasmesso al Consiglio le Linee di indirizzo per un uso efficace dei fondi comunitari 2014-2020
continua a leggere

 

InCrescita, magazine on line

Strumenti e idee per le imprese. Tra gli articoli, intervista alla portavoce Ue in Italia Ewelina Jelenkowska-Lucà
continua a leggere

 

Una brochure sullo sportello EDIC

E' diponibile sul sito di Sviluppo Lazio
continua a leggere

 

'Torno subito. Fai viaggiare il tuo futuro'

Per i giovani un'opportunità di lavoro o di studio all'estero
continua a leggere

 

Contratti di rete, il Lazio al sesto posto per numero di imprese

Il dato emerge dal quarto Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito italiano
continua a leggere

 

Certificazione energetica, elenco dei soggetti autorizzati

E' online sul sito del ministero dello Sviluppo economico
continua a leggere

 

Bandi aperti

Opportunità e agevolazioni gestite da Sviluppo Lazio, dalle società del Gruppo e da altre istituzioni nazionali e locali
continua a leggere
 

Pubblicato il bando “Terre ai giovani”

Assegnerà 350 ettari del patrimonio Arsial agli agricoltori
continua a leggere

 

A Marsiglia “Ideas and projects factory”

Il 3-4 aprile evento nell’ambito del progetto europeo “3C4 Incubators”
continua a leggere
 
 

Un caricabatterie comune per tutti i telefoni cellulari

Il Parlamento approva una proposta di direttiva
continua a leggere

 

RegioStars, il 31 marzo le premiazioni

Il concorso identifica le buone pratiche nell’ambito dello sviluppo regionale e mette in risalto i progetti originali e innovativi
continua a leggere

lunedì 17 marzo 2014

Lazio: Vincono l’acqua pubblica e la partecipazione. Approvata la prima legge in Italia per la gestione pubblica e partecipata dell’acqua, presentata da cittadini e comuni.

Approvata la prima legge in Italia per la gestione pubblica e partecipata dell’acqua, presentata da cittadini e comuni. 
Dopo la straordinaria vittoria referendaria di giugno 2011, dopo un percorso durato due anni che ha intrecciato le esperienze dei comitati e di numerosi comuni del Lazio, dopo 12 mesi di pressioni sul Governo Regionale, oggi, 17 marzo, finalmente, è stata approvata all’unanimità la proposta di Legge popolare n°31, per la gestione pubblica e partecipata del servizio idrico nella Regione Lazio.

VIDEO FIACCOLATA NO BIOGAS GALLICANO NEL LAZIO

SUCCESSO PER LA CULTURA CRESCE IN RETE

Dieci anni d'attività culturale festeggiati a Valmontone, all'interno delle sale di Palazzo Doria Pamphilij a Valmontone lo scorso giovedì 13 marzo. Solenne e particolarmente sentita la cerimonia del decennale del più grande Sistema Museale della Regione Lazio. Grandissima la partecipazione e l'interesse, presenti infatti molti Sindaci e Amministratori del territorio che hanno firmato, rinnovando la convenzione per altri dieci anni di cultura.
A fare gli onori di casa oltre al Sindaco di Valmontone  Alberto Latini  e al vice Sindaco  Eleonora Mattia , anche  Monica di Gregorio  che ha moderato l'incontro. Nel corso della cerimonia sono intervenuti la Direttrice del Sistema Museale  Giovanna Cappelli , il Presidente della Comunità Montana  Giuseppe De Righi , il Direttore dell'Agenzia Territoriale Turismo  Giovanni Bastianelli , il Direttore dell' Area Servizi Culturali della Regione Lazio  Claudio Cristallini , e l’Assessore alle Politiche culturali della Regione Lazio  Lidia Ravera .

mercoledì 12 marzo 2014

Le azioni della Regione Lazio sul LAVORO

GARANZIA GIOVANI – UN’OCCASIONE PER TUTTI GLI UNDER 24

Grazie a un investimento di circa 140 milioni di euro (anni 2014 – 2015) i giovani tra i 15 e i 24 anni potranno ricevere, entro 4 mesi dalla presa in carico da parte dei centri per l’impiego, un percorso di accompagnamento attivo nel mondo del lavoro attraverso: contratto di lavoro, tirocinio, apprendistato, formazione, autoimprenditorialità o servizio civile. Un’offerta adeguata alle capacità del giovane.

Come funziona?
I giovani tra i 15 e i 24 (per alcuni servizi estendibile fino ai 29 anni), disoccupati o in cerca di prima occupazione, dovranno rivolgersi ai centri per l’impiego della Regione da cui otterranno un voucher di entità variabile a seconda della difficoltà del loro collocamento definita in base all’analisi delle competenze. Il voucher dovrà essere speso presso centri di collocamento privati di eccellenza certificati dalla Regione, che, per ricevere l’intera somma del voucher, dovranno accompagnare, in 4 mesi, il giovane verso la scelta migliore nel mondo del lavoro o della formazione.

Notizie Sviluppo Lazio


 

Regione presenta iniziative per sostenere imprese 'rosa'

In occasione della consegna del Premio 'Donna Forza Otto'
continua a leggere

 

Fiera dell'Artigianato, esiti bando per spazio espositivo Regione Lazio

La mostra internazionale è in programma a Firenze dal 24 aprile al 1° maggio
continua a leggere

 

PLUS Guidonia, bando per le Pmi

Le domande saranno accolte nel limite delle risorse disponibili e comunque entro il 1° marzo 2015
continua a leggere

 

PLUS Fondi, il video

Terza tappa del nostro video-reportage su obiettivi e interventi realizzati dalle amministrazioni comunali
continua a leggere

 

Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze

Le imprese artigiane e agroalimentari possono inviare la manifestazione di interesse entro il 14 marzo
continua a leggere

 

PLUS, Formia presenta bando Pmi

Martedì 11 marzo alle ore 15,30, presso la sede del Comune
continua a leggere

 

Bandi aperti

Opportunità e agevolazioni gestite da Sviluppo Lazio, dalle società del Gruppo e da altre istituzioni nazionali e locali
continua a leggere

Stampa 3D, una rivoluzione in corso: presente e futuro

Il 14 marzo a Roma
continua a leggere

 

Convegno internazionale sulla comunicazione digitale

Il 21 marzo a Roma
continua a leggere

 

Le Piccole e medie imprese in Horizon 2020

Corso di formazione APRE, il 9 aprile a Roma
continua a leggere

 

Roadshow "Etica delle Professioni"

Il 10 aprile a Roma
continua a leggere


Europa più innovativa ma restano differenze tra le regioni

La Commissione pubblica i suoi quadri di valutazione 2014
continua a leggere

 

Progetto di ricerca Erasmus Voting Assessment (EVA)

Lo scopo è valutare l’impatto dei programmi di mobilità sulla partecipazione degli studenti alle prossime elezioni europee
continua a leggere

 

Agire Reagire Decidere

Il 28 marzo a Roma ultimo evento della campagna di informazione del Parlamento europeo
continua a leggere

 

Every Girl Digital

Campagna per incoraggiare giovani donne e ragazze a perseguire una carriera nelle TIC
continua a leggere

 

Horizon 2020, calendario dei corsi APRE

L’obiettivo è approfondire la progettazione e la gestione dei progetti
continua a leggere

 

Aiuti ai più indigenti, la carta dell'Ue

Un fondo da 3,5 miliardi per cibo, assistenza di base e accesso ai servizi sociali
continua a leggere


Almeno Renzi ci risponde!!!!

Il 28 febbraio 2014 scrissi questa email al presidente del Consiglio dei Ministri, on. Matteo Renzi:

"Egr. Pres. del Consiglio,

sono Mario Galli, consigliere comunale di opposizione al Comune di Gallicano nel Lazio.

Ho ascoltato molto bene il Suo intervento al Senato e ho apprezzato notevolmente il passaggio in cui spiega che è necessario ripartire dalla scuola per rilanciare il Paese.

La vorrei invitare a visitare, la accompagnerò personalmente, le scuole di Gallicano nel Lazio. Si tratta di un paesino di 6000 abitanti alle porte di Roma. Si tratta di un piccolo paese, ma credo sia proprio dall'attenzione ai più piccoli che nasce la grandezza di un Paese. Le allego le foto dei problemi più urgenti: vetri rotti, crepe nei muri, infiltrazioni d'acqua. Devo dire che solo la grande soldiarietà che unisce genitori, cittadini, insegnanti ed operatori sta riuscendo a portare avanti progetti e servizi scolastici. Ma così non può durare per sempre. Soprattutto in un momento come questo, laddove questa solidarietà e, direi anche, sussidiarietà coatta, non può arrivare se parliamo di carenze strutturali. Non può piovere nelle aule, non si può fare lezione con i piedi a mollo, non si può fare lezione con i secchi in mezzo ai corridoi per far gocciolare l'acqua.

Spero in Suo riscontro.

Grazie per l'attenzione."


Oggi mi arriva la risposta:

"Gentilissimo consigliere Galli,

 

il Presidente Renzi ha ricevuto il suo invito che terrà in considerazione compatibilmente con l’agenda dei  suoi impegni istituzionali.

Ringrazia molto e invia cordiali saluti.

 

La Segreteria del Presidente del Consiglio dei Ministri"

 

Chissà... È dall'attenzione ai più piccoli che nasce la grandezza di un paese...



martedì 11 marzo 2014

Interrogazione Scuola elementare

Al Presidente del Consiglio Comunale di Gallicano nel Lazio
Al Sindaco di Gallicano nel Lazio
All’Assessore competente

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta e orale – Scuola elementare

PREMESSO CHE
in data 19 febbraio 2014 abbiamo effettuato un sopralluogo presso le scuole elementari del
Comune di Gallicano nel Lazio;
come da foto allegate, risultano alcuni problemi di natura infrastrutturale:

1) infiltrazioni d’acqua
2) crepe nei muri
3) allagamenti a causa della pioggia
4) vetro finestra rotto

da conversazione intercorsa per le vie brevi con il Presidente del Consiglio Comunale risulta che
ad oggi sono stati effettuati piccoli lavori di riqualificazione, mentre si dovrà attendere il periodo
Pasquale, durante in quale gli operai potranno avere accesso alla scuola dall’interno;

si interroga il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:

a) quali altre azioni si intendano mettere i campo per fronteggiare la situazione delle scuole
elementari, così come riportato nella documentazione fotografica, per risolvere
DEFINITIVAMENTE i problemi riscontrati;

b) se sono previste penali per le società che hanno effettuato i lavori, nel caso in cui tali
lavori risultino non eseguiti a regola d’arte o ricorrano nuovamente le problematiche
riscontrate.

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta e orale nel primo consiglio comunale utile.
Gallicano nel Lazio, lì 11/04/2014

I Consiglieri Comunali
Mario Galli
Fabrizio Betti

Interrogazione - Atti di vandalismo

Al Presidente del Consiglio Comunale di Gallicano nel Lazio
Al Sindaco di Gallicano nel Lazio
All’Assessore competente

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta e orale – Atti di vandalismo

A SEGUITO
dei recenti e ripetuti atti di vandalismo consistenti nel danneggiamento dei distributori dell’acqua
potabile siti in Viale Aldo Moro (foto allegata) e di fronte al Cimitero Comunale, nonché del furto delle
monete presenti in essi;

CONSTATATA
la gravità dei danni arrecati al patrimonio pubblico ed al servizio di distribuzione dell’acqua;

SI INTERROGA il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:

quali azioni, mezzi e contromisure si intendano attuare per far fronte e risolvere DEFINITIVAMENTE l’incresciosa situazione dei ripetuti furti ed in quali tempi;

se le telecamere presenti nel territorio di Gallicano nel Lazio hanno potuto registrare il video dei furti.

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta e orale nel primo consiglio comunale utile.

Gallicano nel Lazio, lì 11/04/2014
I Consiglieri Comunali
Mario Galli
Fabrizio Betti

lunedì 10 marzo 2014

ENNESIMO COLPO GOBBO AL DISTRIBUTORE DELL'ACQUA

Questo nella foto era lo spettacolo che questa mattina si è aperto agli occhi dei cittadini che si trovavano a passare, come il sottoscritto, per via Aldo Moro. 
Una "bella sorpresa" se ci si chiede se le telecamere, costate quasi 100mila euro per la sicurezza, abbiano ripreso qualcosa. Questo è quello che intendiamo per un territorio che non ha presidi. Un paese vivibile e vivo avrebbe mille occhi "umani"...

LA COMUNITA’ MONTANA PER LO SVILUPPO DIGITALE DEL TERRITORIO


AL VIA UNA CABINA DI REGIA PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEI SERVIZI TECNOLOGICI ED INFORMATICI (ICT)
 
Martedì 11 marzo alle ore 15.00 si terrà in Comunità Montana la prima riunione della cabina di regia sulla gestione associata nel settore delle ICT alla quale partecipano i rappresentanti di 8 comuni ( Grottaferrata, Frascati, Monteporzio Catone, Gallicano nel lazio, S. cesareo, Zagarolo, Montecompatri e Rocca Priora) oltre l’ente montano.
Il progetto è entrato ormai nella fase più operativa, lo scorso dicembre è stato infatti presentato il report sullo stato di attuazione delle ICT nei tredici comuni. Lo studio è stato effettuato dagli esperti della LAIT SPA la società della Regione Lazio per assicurare la governance dei processi di informatizzazione della pubblica amministrazione.

mercoledì 5 marzo 2014

Registro tumori a livello comunale: perché è importante?

Cos'è un Registro Tumori?

Un Registro Tumori è un servizio adibito alla raccolta, l'archiviazione, l'analisi e l'interpretazione dei dati sulle persone affette da tumore.
Un registro tumori di popolazione raccoglie informazioni complete su tutti i nuovi casi che insorgono in una popolazione definita (di solito, un'area geografica come una città, una Regione oppure uno Stato) con obiettivi di sanità pubblica ed epidemiologia. Tali informazioni sono archiviate in modo permanente e sicuro e successivamente analizzate statisticamente ed in modo anonimo per produrre periodici rapporti e/o pubblicazioni scientifiche.
In Europa esistono oltre 190 Registri Tumori. Alcuni stati hanno registri nazionali (Paesi scandinavi, Irlanda, Olanda ecc.), mentre altri stati dispongono di registri regionali (Svizzera, Italia, Francia).
In Svizzera sono attualmente attivi 12 Registri Tumori generali di popolazione, i quali registrano tutti i casi di tumore insorti nella popolazione residente nel rispettivo Cantone al momento della diagnosi, qualunque sia il luogo di diagnosi o di cura.

Perché serve un Registro Tumori?

I registri tumori di popolazione hanno il compito di:
  • descrivere la situazione del cancro in varie popolazioni o sub-popolazioni
  • monitorare l'andamento dei tumori nel tempo
  • indirizzare la pianificazione e la valutazione dei programmi di prevenzione del cancro
  • aiutare a decidere l'allocazione delle risorse sanitarie
  • promuovere la ricerca epidemiologica e clinica
Ogni altro metodo di registrazione rischia di perdere una certa porzione di nuovi casi di tumore e non essere affidabile nel dire se un certo tumore stia diventando più o meno frequente o se differenti cure possano influenzare la sopravvivenza o ancora se il rischio di sviluppare un tumore sia più o meno elevato in determinate aree o occupazioni rispetto ad altre.

Autismo e vaccini: vorremmo capirci di più!


Da molto tempo sto acquisendo informazioni circa la grave questione che mette in correlazione autismo e vaccini. Premesso che non sono un medico e non posso quindi dare risposte certe su questo tema, vorrei soltanto basarmi sull'esperienza personale e su quello che è possibile collazionare girando su Internet e cercando di scremare, per quanto possibile. 

martedì 4 marzo 2014

LEUCEMIE CAUSATE DAI TRALICCI DELL'ALTA TENSIONE. LA SOLUZIONE E' INTERRARE

di Gianni Lannes
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/03/leucemie-causate-dai-tralicci-dellalta.html#comment-form
Da vent'anni è noto non solo a livello scientifico e agli addetti ai lavori che i campi elettromagnetici sprigionati dagli elettrodotti possono causare in particolare leucemie nei bambini. L'alta tensione minaccia le abitazioni, gli asili, le scuole, gli ospedali, le piazze e le vie cittadine.

ECCO I 140 SENATORI CHE HANNO VOTATO PER IL GIOCO D'AZZARDO

Ecco la lista dei 140 senatori a favore del gioco d'azzardo
di Gianni Lannes
 
Il Codacons ha denunciato gli onorevoli che hanno votato a favore dell'emendamento "pro slot machine".  
     
"Istigazione al gioco d'azzardo e concorso in lesioni psichiche". Con queste accuse il Codacons ha deciso di denunciare i 140 senatori di Pd, Sc, Ncd e Gal che hanno votato l'emendamento "grazie al quale il governo ridurrà i trasferimenti alle Regioni e agli enti locali che emanano norme restrittive contro il gioco d'azzardo".

Summit del comitato contro il biogas, i medici: «I rischi per la salute ci sono»


Cornegliano Laudense, 2 marzo 2014 - «Informiamoci e scendiamo in piazza. Diciamo “no” alla scelta delle istituzioni che pensano solo al guadagno e non si preoccupano della salute dei cittadini». Il biogas: questo sconosciuto. Eppure la Lombardia è la prima regione in Italia per densità di centrali, qui infatti si concentra 1/3 degli impianti di tutto il Belpaese.
Dopo i fatti che hanno portato all’intervento dei Nucleo operativo ecologico dei carabinieri, nel luglio 2013, a soli 7 mesi dall’attivazione, della centrale nell’azienda agricola Lodi Energia che ha sede a Cornegliano in cascina Cesarina, l’altra sera si è svolta un’assemblea pubblica organizzata dal comitato “Ambiente e salute nel Lodigiano” dal titolo «Biogas: nuova frontiera energetica o la solita speculazione finanziaria?».