martedì 9 gennaio 2018

Il capitalismo che finanzia l'anti-capitalismo: sembra strano, ma serve condurre il gioco.



Quello che ora si sta sviluppando sia nel Nord America che nell'Europa occidentale è un falso attivismo sociale, controllato e finanziato dall'establishment aziendale. Questo processo manipolato preclude la formazione di un vero movimento di massa contro la guerra, il razzismo e l'ingiustizia sociale.

Basti pensare ai finanziamenti del magnate George Soros alle ONG europee.

Da quando fu hackerato, con una incursione, il sito della Open Society Foundation, creata e finanziata da George Soros, migliaia di file con documenti sono stati resi pubblici.
Tra i documenti c'è anche l'elenco delle organizzazioni che in Europa – e in Italia – hanno ricevuto finanziamenti dalla fondazione di Soros per le loro attività. L'elenco è leggibile a questo link:
Tutti gli altri documenti, divisi per aree geografiche, sono leggibili invece su : http://soros.dcleaks.com/

Buona lettura e ognuno ne tragga le proprie conclusioni.

mercoledì 13 dicembre 2017

IUS SOLI: perché essere contrari non è razzismo?

Sembrerebbe ormai tramontato il tentativo del governo Gentiloni di portare in approvazione il provvedimento sullo IUS SOLI. 

Cos'è lo IUS SOLI?

Wikipedia ci spiega che lo IUS SOLI (in latino «diritto del suolo») è un'espressione giuridica che indica l'acquisizione della cittadinanza di un dato Paese come conseguenza del fatto giuridico di essere nati sul suo territorio indipendentemente dalla cittadinanza dei genitori. Esso contrappone allo ius sanguinis (o «diritto del sangue»), che indica invece la trasmissione alla prole della cittadinanza del genitore.

lunedì 11 dicembre 2017

Dove trascorrere la festa di Hanukka a Roma?



Quando pensi a Roma, spesso vengono in mente il Papa e la Città del Vaticano. Ma la capitale italiana è anche sede di uno dei quartieri ebraici più storici e vivaci d'Europa.

Sebbene il cattolicesimo sia la religione prevalente, la storia degli ebrei a Roma si estende da molto prima dell'era di Gesù. Come molti immigrati, gli ebrei venivano in Italia in cerca di una vita migliore, mentre alcuni divennero prigionieri di guerra quando i Romani invasero la Giudea.

Per la maggior parte, la comunità ebraica viveva liberamente e pacificamente fino al Medioevo quando furono costretti a entrare nel ghetto ebraico e murati fino alla fine del 1800.

È proprio questo ghetto, nella zona vicino a Campo dei Fiori, che oggi è diventato il vivace quartiere ebraico con gente del posto che accoglie i turisti per conoscere la loro storia e cultura.

Quindi, quando parte la Hanukkah (a partire dal 12 dicembre 2017), il famoso quartiere si distingue per l’ospitalità di numerosi festeggiamenti.

"La combinazione di ottimo cibo e la possibilità di festeggiare con una comunità che deve le sue origini alla storia di Hanukkah, rende Roma il luogo perfetto per festeggiare quest'anno", dice l'esperto di Roma, Amiel Lindenbaum di Post Haste Travel Service, un'agenzia di viaggi.

Qui rivela i cinque modi per celebrare il Festival della Luce quando si viaggia nella Città Eterna.

martedì 5 dicembre 2017

A Roma un progetto di residenzialità per persone autistiche "Casale - Famiglia"

Ara - Associazione Risorse Autismo - è una associazione di genitori di ragazzi autistici.
Ho avuto modi di conoscere Anna Benedetti, una dei soci fondatori e madre di un ragazzo autistico. Una donna battagliera con una grande forza d'animo. Chi non ne avrebbe di fronte a casi che la vita ti pone davanti?
L'associazione nasce per poter realizzare un progetto che possa garantire una vita dignitosa, un presente e soprattutto un futuro ai loro figli affetti da sindrome autistica. Si tratta di un progetto di residenzialità, la cosiddetta casa-famiglia che oggi diventa “casale-famiglia”.

lunedì 4 dicembre 2017

Emma Ponsonby ci spiega cos'è Little Voyage, punto di riferimento per viaggiatori di nuova generazione.



Ho testato personalmente alcune funzionalità del sito web di Little Voyage.

Dal loro sito Web è possibile contattarli tramite WhatsApp e hanno risposto prontamente e con grande cortesia.

Di seguito è riportata un'intervista per saperne di più su cosa è Little Voyage, come funziona e cosa possiamo aspettarci.

Ho scritto a Emma Ponsonby, corrispondente dagli Emirati Arabi Uniti per Little Voyage.

Di seguito l'intervista.

Messenger Kids: l'app di messaggistica Facebook per i bambini



Facebook sta per lanciare una versione di Messenger rivolta specificamente ai bambini, conosciuta come Messenger Kids. L’applicazione punta sulla sicurezza, con tutti i contatti che devono essere approvati dai genitori.

Si tratta di una grande innovazione. Fino ad oggi, un bambino che voleva entrare in contatto con i suoi amici tramite Facebook, doveva creare un profilo sul noto social e così entrare in un mondo incontrollato. 

Tra poco, invece, saranno i genitori stessi, attraverso il loro profilo Facebook integrato con Messenger Kids, ad approvare contatti dei propri figli.

Vediamo insieme come funziona.