lunedì 28 maggio 2012

Aggiornamento sicurezza stradale Gallicano nel Lazio.

Oggi ho preso contatti con il Presidente della Consulta Provinciale per la Sicurezza Stradale, dott. Aranci.

Ho appena inviato una relazione sullo stato della sicurezza stradale nel territorio di Gallicano nel Lazio, con le proposte emerse.
Restiamo fiduciosamente in attesa di un positivo riscontro.

Grazie a tutti per la collaborazione e continuate a diffondere la raccolta firme on-line.

GIUSTIZIA PER SIMONE, GIUSTIZIA PER TUTTE LE VITTIME DELLE STRADE GALLICANESI



Grazie alla collaborazione di cittadini di buona volontà, ho provveduto ad inoltrare agli uffici competenti della Provincia di Roma la seguente lettera:

Egr. Presidente, On. Assessori e On. Presidenti,

in data 24 Maggio u.s., nel territorio del Comune di Gallicano nel Lazio, ha visto coinvolto, purtroppo con esito mortale, un ragazzo di 20 anni, precisamente sull'incrocio Gallicano nel Lazio/Palestrina. Tale ennesimo dramma porta a chiedersi quanto ci sia in questi episodi di fatalità e quanto, invece, sia ascrivibile all’inerzia delle amministrazioni sui temi della sicurezza stradale e, in particolare, sulle azioni da porre in atto per favorire la prevenzione di tali tragedie. 

In data 9 Agosto 2010, presso l’incrocio tra Via Prenestina, Via di Colle Vigne e via della Fossa, occorreva un altro grave incidente stradale: tre feriti, distruzione della pensilina del Cotral, intervento delle forze dell’ordine e dei VV.FF, nonché medici, infermieri, due ambulanze ed un elicottero.

In data 9 Settembre 2010, presso l’incrocio tra Via Prenestina, Via delle Casse e Via di Valle Fiorini, occorreva un altro incidente stradale: due feriti, due ambulanze, un elicottero.

In data 27 Marzo 2009 veniva inviata una prima lettera con allegate le firme raccolte dagli abitanti residenti in zona. Tale lettera veniva rispedita in data 10 Settembre 2010.

La situazione di grave disagio e di mancanza di sicurezza stradale, portano a riflettere sulla necessità di una pianificazione di alcuni interventi nella zona. Le richieste di attivazione del semaforo sull’incrocio Gallicano nel Lazio/Palestrina e di installazione di semafori intelligenti e attraversamenti pedonali lungo la Via Prenestina, sono state più volte disattese. Come i fatti hanno ben dimostrato, non si è trattato di semplici capricci di alcuni residenti, ma del grido di aiuto da parte di inermi cittadini di fronte allo stillicidio quotidiano di vite umane, la cui unica colpa è stata quella di andare al lavoro, andare a prendere l’autobus, andare a scuola.

In una situazione di profondo sconforto di fronte alla politica ed alle istituzioni, chiediamo a codesta spettabile amministrazione ed alle SS.LL. un atto di coraggio. Occorre con urgenza ripristinare la sicurezza stradale; intervenire con priorità assoluta per arginare questa grave condizione.

Restando in attesa di un sollecito, quanto positivo riscontro, cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti e chiedere, oltre ad una risposta in forma scritta, un incontro quanto prima possibile con l’amministrazione provinciale per poter iniziare un percorso di partecipazione diretta alla pianificazione degli interventi.

Seguono firme, ca. 500.

 

Le firme sono state raccolte da volenterosi cittadini che ringrazio sentitamente. In primis Anna Carcione che ha provveduto in passato alla raccolta delle firme in formato cartaceo. Continuate comunque a firmare anche on-line. Questa battaglia non ha, e non può avere, colore politico. Nel rispetto di quanti sono morti sulle strade di Gallicano, nel rispetto di quanti, pur viventi, portano i segni degli incidenti subiti. Questa battaglia è una battaglia di valori, e i valori non stanno né a destra né a sinistra, ma in alto!!!!

La gravità risiede nel fatto che la Provincia "NON POTEVA NON SAPERE". Da più parti si sono levate segnalazioni in tal senso, ma nessun intervento risoluto è stato messo in campo. Andrò in fondo a questa storia solo ed esclusivamente per onorare, oltre che con la preghiera, la memoria di tutte le vittime della strada. Ringrazio di cuore quanti si stanno adoperando per la raccolta delle adesioni e quanti si stanno stringendo intorno a questa battaglia di civiltà.

Da questa raccolta firme vorrei far nascere un comitato SPONTANEO che proponga soluzioni alle istituzioni, che partecipi attivamente alla tutela della "cosa pubblica", che non rappresenti una mera protesta fine a se stessa sull'onda emotiva, che non sia di intralcio ma di suffragio all'attività comunale. Chiunque sia interessato può inviarmi la sua e-mail in privato all'indirizzo mariogalli1983@gmail.com per iniziare a creare una newsletter.

giovedì 24 maggio 2012

Suicida a 16 anni: "sono triste"

Suicida a 16 anni, il testamento sull'iPad: "sono triste". Ecco i frutti di una società malata di consumismo! Una volta bastava un pallone, un prato e due ginocchia sbucciate! Oggi se a 5 anni non sai fare un logaritmo la scuola ti segnala ai servizi sociali, se a 12 non prendi psicofarmaci sei un reietto, se a 16 non hai il cellulare di ultima generazione sei un pirla! Grazie ad un sistema che ci vuole tutti lobotomizzati!!!

mercoledì 23 maggio 2012

23 Maggio 1992

La mafia è una cosa umana, e come tutte le cose umane ha un inizio ed ha una fine.